Il Fondo monetario internazionale ha tagliato drasticamente le stime sul Pil italiano per il 2020 a -9,1% dal +0,5% previsto a fine gennaio, indicando un ritorno alla crescita nel 2021, con una stima di +4,8%. Tra le grandi economie mondiali, l'Italia è dunque quella che potrebbe pagare il prezzo più alto alla crisi economica provocata dal coronavirus.

(CC - www.ftaonline.com)