Il colosso farmaceutico e dei beni di consumo Johnson & Johnson ha chiuso il quarto trimestre con un giro d'affari leggermente inferiore alle attese. Nei tre mesi i ricavi sono cresciuti dell'1,7% a 20,75 miliardi di dollari contro i 20,80 miliardi del consensus. L'utile per azione adjusted si è attestato a 1,88 dollari, un centesimo in più delle attese. Per l'esercizio 2020 la società stima un Eps adjusted compreso tra 8,95 e 9,10 dollari (consensus 9,10 dollari). Il titolo nel premarket a Wall Street cede l'1,5%.

(RV - www.ftaonline.com)