Prysmian

Prysmian positiva in avvio di settimana dopo l'aggiudicazione delle commesse per il corridoio SuedLink in Germania, il sistema in cavo interrato più lungo di sempre, assegnate dagli operatori dei sistemi di trasmissione tedeschi TransnetBW GmbH e TenneT, con valore complessivo di oltre 800 milioni di euro. Prysmian si era già aggiudicata le commesse relative ai progetti SuedOstLink e A-Nord. Il titolo si è spinto lunedì fino a quota 21 euro per poi stabilizzarsi in area 20,70 (close di venerdì a 20,43 euro). I prezzi raggiunti dal titolo sono una resistenza critica. A 20,60 euro si colloca infatti il 61,8% di ritracciamento (Fibonacci) del ribasso dal top di febbraio. Solo il superamento deciso di 20,60 (prudentemente attendere una chiusura di seduta sopra i 21 euro per validare il segnale di forza) permetterebbe il proseguimento del rialzo in atto da marzo con target almeno fino a 22,93, lato alto del gap ribassista del 24 febbraio. Sotto 20,30, media mobile esponenziale a 10 giorni, atteso invece il test di 19 euro, linea che parte dal minimo di marzo.

Telecom Italia

Volano gli stracci tra Telecom Italia e Open Fiber e l'integrazione tra le due reti sembra più lontana. Alla fine della scorsa settimana l'a.d. di Open Fiber, Elisabetta Ripa, ha dichiarato al Messaggero che una integrazione della rete con quella di Telecom bloccherebbe il piano di investimenti di OF. Per Ripa bisognerebbe iniziare a parlare dello spegnimento della rete in rame (infrastruttura di proprietà di Telecom). Secondo quanto riferito nelle ultime ore a Reuters da due fonti, OF ha chiesto all'ex monopolista telefonico 1,5 miliardi di euro di danni per un supposto abuso di posizione dominante. Secondo una delle fonti la causa sarebbe partita a marzo dopo che l'antitrust ha comminato a Telecom una sanzione da 116 milioni per aver abusato della sua posizione nel mercato della banda larga nel tentativo di ostacolare l'ingresso dei concorrenti. L'altra fonte (vicina a Telecom) ha bollato la causa di OF come ridicola, aggiungendo che il gruppo telefonico sta approntando una rappresaglia legale per concorrenza sleale con richiesta danni uguale o addirittura superiore a quella di OF. Ricordiamo che OF è controllata pariteticamente da Enel e Cdp: quest'ultima è anche azionista di Telecom con il 5,03% (dati Consob). L'analisi del grafico di Telecom Italia mette in evidenza il movimento laterale in essere da marzo. Nelle ultime settimane il titolo si è ripetutamente scontrato con la resistenza a 0,3850-0,3900 euro senza riuscire a oltrepassarla. Una vittoria su questo riferimento lancerebbe i prezzi verso 0,4040 e 0,4250-0,4300 dove si concentrano importanti ostacoli di medio/lungo termine: obiettivi successivi a 0,4800-0,4850. Le quotazioni nel brevissimo sono però tenute sotto scacco dal doppio massimo completato mercoledì scorso, figura ribassista capace di respingere i prezzi sul minimo del 12 giugno a 0,3365 ed eventualmente su quello del 21 maggio a 0,3133, ultimo supporto in grado di scongiurare il ritorno sugli 0,2861 toccati il 16 marzo.

Cattolica Assicurazioni

Cattolica Assicurazioni +7,93% in forte rialzo ieri. Sabato scorso l'assemblea straordinaria ha approvato l'aumento di capitale da 500 milioni di euro chiesto dall'IVASS. La scorsa settimana è stata annunciata una partnership strategica con Generali +1,05%. La compagnia triestina si impegna a diventare azionista rilevante con il 24,4% di Cattolica attraverso la sottoscrizione di un aumento di capitale riservato per 300 milioni di euro condizionato alla trasformazione di Cattolica in SpA. Parte bene l'ottava per Cattolica Assicurazioni: il titolo sta cercando di dare continuità alla bella reazione avviata la scorsa ottava dopo la rottura decisa della trend line tracciata dai top di aprile, coincidente a 4,35 con la media mobile a 50 giorni. I prezzi dovranno allontanarsi da area 5 e superare 5,63 euro per confermare le intenzioni di crescita e avvicinarsi ai livelli di inizio febbraio a circa 7 euro. L'eventuale ritorno sotto 4,50 preluderebbe poi a una rivisitazione di quota 3,80/4.

(SF - www.ftaonline.com)