L'indice Dax completa una figura ribassista. Il Dax hacercato il 19 febbraio con il massimo di quota 13789 di superare quello del 17febbraio a 13795 punti, il record assoluto fino a questo momento, venendonetuttavia respinto. Questi due picchi, allineati sugli stessi livelli, formanouna delle classiche figura di inversione di un trend rialzista, un "doppiomassimo". La violazione del minimo intermedio rispetto ai due massimi,quello del 18 febbraio a 13660 punti, ha attivato le implicazioni negativederivanti dalla presenza del pattern. I minimi di venerdi' a 13500 circa sonoscesi anche al di sotto della media mobile esponenziale a 20 giorni, indicatoreche fornisce una sintesi della condizione del trend di breve termine, che e'quindi ora orientato al ribasso. L'avvio di una fase calante non mette comunqueper ora in discussione il trend positivo di piu' lungo termine, quello attivodai minimi di agosto (a sua volta facente parte dell'uptrend avviatosi adicembre del 2018): la trend line disegnata dai minimi di agosto, coincidentein questa fase con la media mobile esponenziale a 100 giorni, transita infattiin area 13140. Solo la violazione di quel duplice supporto farebbe temerel'avvio di una fase ribassista duratura. La tenuta di area 13140 e la rotturadi 13700 segnalerebbero un allentamento della pressione ribassista prospettandoun nuovo test dei record di area 13800. Resistenza successiva a 14325 circa.

(AM - www.ftaonline.com)