La Doria (+4,32%) prolunga il rally fino a testare a 12,8 euro i massimi di maggio 2016. Sebbene gli oscillatori tecnici più comuni siano già in zona di ipercomprato, il movimento potrebbe spingersi fino a 13,50, massimi allineati di luglio e dicembre 2015. Ritorno alla debolezza invece sotto 10,30.

(CC - www.ftaonline.com)