La Doria (+1,89%) risale velocemente la china dopo la fase laterale/ribassista disegnata da inizio anno. Il titolo dovrà avere la meglio sui massimi di febbraio a 8,70 circa e successivamente su quelli di gennaio a 9,10 euro per tentare di invertire il trend ribassista in atto dalla fine del 2017. Indicazioni positive al superamento di quota 10. Pericoloso invece il ritorno sotto area 7,70.

(CC - www.ftaonline.com)