I rischi per l'economia dell'Eurozona sono chiaramente orientati al ribasso. Lo ha dichiarato la presidente della Bce Christine Lagarde durante la conferenza stampa di oggi descrivendo l'impatto della nuova ondata pandemica sull'economia del Vecchio Continente. Dopo un deciso rimbalzo nel terzo trimestre, i dati e gli studi più recenti indicano un rallentamento significativo nel quarto trimestre. La Bce si attende un'inflazione negativa fino all'inizio del 2021 e ritiene che i prezzi siano compressi dai bassi costi dell'energia. La banca centrale conferma il proprio approccio monetario estremamente accomodante, ma ritiene che le economie debbano essere supportate dalla politica fiscale.

(GD - www.ftaonline.com)