Leonardo in procinto di confermare una figura rialzista. Il titolo guadagna ulteriore terreno in avvio di settimana dopo il +3,98% messo a segno venerdì. Nell'ultima seduta della scorsa settimana il titolo aveva approfittato del clima positivo sui mercati e del contratto siglato con la Difesa britannica per la fornitura di servizi di supporto agli elicotteri Apache in dotazione. Il contratto ha un valore di 293 milioni di sterline, pari a circa 325 milioni di euro. A sostenere il titolo lunedi' e' quanto riferito dall'inserto L'Economia del Corriere della Sera, ovvero che Leonardo punta a raggiungere entro il 2020 un livello di profittabilità a doppia cifra per la divisione elicotteri. Le quotazioni sono salite fino a 8,094 euro, stabilizzandosi poi in area 8,08, dopo aver terminato venerdi' a 7,894 euro. A 8,142 si colloca il lato alto del potenziale doppio minimo disegnato dai prezzi in area 7,45 euro dal 2 gennaio, praticamente in coincidenza con il 61,8% di ritracciamento del rialzo dai minimi di fine 2011 (percentuale di Fibonacci), quindi un supporto molto rilevante anche in ottica di medio lungo periodo. La rottura di 8,142 completerebbe la figura rialzista segnalando l'avvio di una correzione estesa del ribasso dal top di inizio ottobre a 10,98 euro. La trend line che parte da quei massimi, coincidente in questa fase con la media mobile esponenziale a 20 giorni, e' stata superata venerdi' in chiusura di seduta, quindi la rottura e' stata confermata lunedi', un primo indizio di forza che lascia ben sperare per il completamento della figura rialzista. Target del doppio minimo, calcolato in base alla proiezione della sua ampiezza, a 8,85 euro. Resistenza intermedia a 8,55 circa. Oltre 8,85 resistenza a 9,25 euro. Solo la mancata rottura di 8,142 e discese sotto i 7,80 euro potrebbero fare temere una rinnovata debolezza con obiettivo sulla base del doppio minimo. Megatrader (www.megatrader.it) e' entrato in acquisto proprio lunedi' in avvio di seduta, la valutazione sintetica sul titolo e' di 4 stelle su 5 ma in crescita, a conferma del buon potenziale dell'uptrend.