Il Consiglio di Amministrazione di Leone Film Group S.p.A. (AIM Italia-MAC: LFG) ("LFG"), presieduto da Andrea Leone, ha esaminato i risultati preliminari consolidati unaudited dell'esercizio 2020.

*Esame dei risultati preliminari consolidati unaudited 2019 di Leone Film Group *
I Ricavi preliminari consolidati unaudited al 31 dicembre 2020 ammontano ad Euro 68,8 milioni, in diminuzione del 2% rispetto agli Euro 70,2 milioni del 2019. Tale diminuzione è derivata principalmente dalla pandemia, che ha di fatto completamente bloccato i set fino al mese di luglio e che rispetto al 2019 ha provocato una diminuzione degli incassi e delle presenze nei cinema rispettivamente del 71,30% e del 71,18%;
L'EBITDA preliminare consolidato unaudited al 31 dicembre 2020 è pari ad Euro 26,5 milioni in diminuzione del 9,0% rispetto al 2019 (Euro 29,1 milioni) e inferiore rispetto a quanto previsto nel Piano Strategico 2020 – 2021 (Euro 27,6 milioni).
L'Indebitamento Finanziario Netto preliminare consolidato unaudited al 31 dicembre 2020 è pari ad Euro 66 milioni, in aumento di Euro 3 milioni rispetto al 30 giugno 2020 (Euro 63 milioni), di Euro 0,7 milioni rispetto al 31 dicembre 2019 e inferiore rispetto a quanto previsto nel Piano Strategico 2020 - 2021 (Euro 69,7 milioni).

Stante il protrarsi della pandemia il Piano Strategico è in fase di revisione, un suo aggiornamento sarà presentato una volta che ci sia maggiore chiarezza sull'evoluzione della situazione sanitaria.

*Fatti di rilievo avvenuti dopo la fine dell'esercizio *
In Lotus è partita la produzione del nuovo film di Paolo Genovese "Primo giorno della mia Vita". In Leone è stato rinnovato e ampliato l'accordo con Amazon Prime fino al 31 dicembre 2023.

*Andrea e Raffaella Leone, Amministratori Delegati di Leone Film Group S.p.A., hanno così commentato: *"Nonostante un 2020, che con la pandemia ha visto l'industria italiana, ed in particolare il settore cinematografico, colpiti in maniera pesante dalle chiusure di sale e set, è con particolare orgoglio che oggi diffondiamo questi numeri, in linea con quelli dello scorso anno e con il piano industriale 2020-2021, a dimostrazione che le scelte editoriali di produzione e distribuzione del Gruppo riscontrano sempre e comunque il gusto del pubblico al quale ci rivolgiamo. Vorrei perciò ringraziare tutto il nostro team che ha contribuito a far sì che quest'anno terribile si trasformasse per Leone Film Group in un anno di normalità. Più in particolare nonostante le grandi difficoltà incontrate sui set sono state realizzate 5 produzioni (la serie tv "Tutta Colpa di Freud" per la regia di Rolando Ravello, "Mio fratello e mia sorella" per la regia di Roberto Capucci, "Per tutta la vita" per la regia di Paolo Costella, "Time is up" per la regia di Elisa Amoruso e la serie TV "Alfredino" per la regia di Marco Pontecorvo) che esprimeranno le loro potenzialità nel 2021. È stata inoltre finalizzata l'attività di realizzazione della produzione esecutiva internazionale dell'ultimo Mission Impossible di Tom Cruise, fra Roma e Venezia. La distribuzione, nonostante la pandemia che ha comportato una fruizione ridotta dei Cinema ha proseguito con la diffusione nelle sale cinematografiche di film che hanno riscontrato un grande successo di pubblico fra cui "Gli anni più belli" di Gabriele Muccino (che ha incassato circa 5,5 mln di euro, nonostante l'uscita a ridosso del lock down di Marzo), "1917" di Sam Mendes (vincitore del premio Oscar come miglior sonoro, migliore fotografia e migliori effetti speciali e che ha incassato oltre 6,6 mln di euro), "After 2 " (che ha incassato oltre 4,2 mln di euro, risultato straordinario data l'uscita nel mese di settembre).

(RV - www.ftaonline.com)