Si alza la volatilità per Tenaris (+0,06%) dopo un pericoloso avvicinamento ai minimi di febbraio a 9,20 circa. La tenuta di questo riferimento sarà decisiva per scongiurare ulteriori ribassi e favorire una reazione. Solo oltre 9,80, media mobile a 50 sedute, verrebbero però create le premesse per la realizzazione di un allungo verso 10,60, massimi di inizio anno non distanti da quelli di settembre. Il ritorno sotto area 9,20 metterebbe in discussione i recenti progressi preludendo a cali in direzione dei supporti critici a 9 euro circa.

(CC - www.ftaonline.com)