L'ETTSA, l'Associazione europea dei servizi e delle tecnologie di viaggio (in pratica riunisce i tour operator online come Amadeus, eDreams, *Expedia *o *Trivago *per fare degli esempi), ha inviato alla *Commissione Europea *una nota formale nella quale contesta a Lufthansa, Austrian Airlines, Swiss Airlines e Brussels Airlines una violazione del codice di condotta Ue sui sistemi di prenotazione computerizzata (CRS). In particolare il *reclamo *è stato inviato al direttorato generale Mobilità e trasporto della Commissione.

La nota dell'associazione riporta che dallo scorso primo settembre Lufthansa e le principali compagnie sotto il suo controllo avrebbero discriminato i clienti che si servivano di agenzie di viaggio indipendenti aggiungendo 16 euro a biglietto.

"Il solo modo per i tour operator di evitare questo onere discriminatorio è di passare dal sistema tradizionale della grande distribuzione a una piattaforma alternativa controllata da Lufthansa, dove questo si può vedere solo quello che questa compagnia mostra", ha denunciato il segretario generale dell'ETTSA Christoph Klenner.

(GD)