MAPS, PMI Innovativa attiva nel settore della digital transformation, ha iniziato il processo di quotazione delle proprie azioni ordinarie e dei relativi warrant su AIM Italia: l'inizio del bookbuilding è fissato per domani 22 febbraio. Il range di prezzo è fissato tra un minimo di Euro 1,75 e un massimo di Euro 1,90 per azione.

Fondata nel 2002, MAPS progetta, produce e distribuisce software per l'analisi dei big data. Con sede a Parma e 170 dipendenti, MAPS supporta le aziende nei processi di decision making permettendo loro di inserirsi nei propri mercati di riferimento come data driven companies. I software sviluppati consentono alle aziende clienti di gestire e analizzare grandi quantità di dati e di informazioni, aiutandole nell'assunzione delle proprie decisioni strategiche, operative e nella definizione di nuovi modelli di business.

Il Gruppo chiude il 2018 con ricavi consolidati pari a Euro 16,7 milioni e un *EBITDA *pari a Euro 3,6 milioni (EBITDA margin pari a 21,8%). Negli ultimi 5 anni MAPS ha raddoppiato i ricavi e decuplicato l'EBITDA. La società è caratterizzata da elevati livelli di recurring revenues e cash conversion.

Alla crescita organica del Gruppo si è affiancata un'importante attività di M&A, con l'acquisizione di IG Consulting (2011) e *Artexe *(2018). La divisione Research & Solutions, costituita nel 2016, include 12 risorse altamente qualificate ed è responsabile dell'individuazione dei bisogni informativi del mercato e dello sviluppo di software ad hoc per i Clienti.

Il Gruppo investe costantemente in ricerca e sviluppo: negli ultimi 5 anni ha complessivamente destinato all'innovazione Euro 3,5 milioni.

Il Gruppo ha un portafoglio di oltre 180 Clienti altamente fidelizzati appartenenti a differenti settori: Servizi (Vodafone, Enel, A2A, Wipo, Iren, Saipem, IBM), Sanità (operatori pubblici e privati, prevalentemente strutture sanitarie, ASL e ospedali tra cui Humanitas, GVM, IEO, Gruppo Ospedaliero San Donato), Industria (Konica Minolta, Leonardo, Philip Morris International) e PPAA (enti pubblici e università tra cui Regione Lombardia, Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Università di Roma Tor Vergata, INAPP).