Marvell Technology Group ha sfiorato un balzo del 10% in after market (la seduta di mercoledì al Nasdaq si era già chiusa in rally del 6,06%), dopo che il produttore di semiconduttori californiano (ma con sede fiscale a Bermuda) ha comunicato risultati relativi al quarto trimestre segnati dal ritorno all'utile per 1,8 miliardi, pari a 2,62 dollari per azione, contro il rosso di 261 milioni, e 40 centesimi, del pari periodo del precedente anno fiscale. Su base rettificata l'eps si è attestato a 17 centesimi, a fronte di vendite in calo da 745 a 718 milioni di dollari. Il consensus di FactSet era invece per 16 centesimi e 713 milioni rispettivamente. Considerando l'inevitabile impatto dell'epidemia di coronavirus, Marvell ha comunicato una guidance per l'attuale periodo con ricavi intorno ai 680 milioni, contro i 672 milioni stimati dagli analisti.

(RR - www.ftaonline.com)