Mediaset perde terreno mercoledi' ma mantiene intatto quasiper intero il massiccio progresso messo a segno la scorsa settimana. Il titolosembra condizionato dalle indiscrezioni di Bloomberg secondo cui Vivendi (inrialzo) sarebbe intenzionata ad ostacolare l'integrazione di Mediaset e diMediaset Espana nella holding olandese Media for Europe (MFE) votando control'operazione nell'assemblea fissata per il 4 settembre. Vivendi controlla il29% di Mediaset mentre alla proposta di integrazione serve l'approvazione dei 2terzi del capitale per venire approvata. Le quotazioni di Mediaset sono scesefino a 2,871 euro per poi rimbalzare in area 2,919 euro, comunque in calo dallachiusura di martedi' a 2,946 euro. I massimi toccati nelle ultime sedute inarea 3,05 sono a contatto con il lato alto della fase laterale disegnata daiprezzi dal top di luglio 2018, un trading range con base a 2,43 euro circa. Ilmancato superamento del lato alto della fascia rischia di comportare il ritornonella sua parte centrale, a 2,70/75 euro circa. La tenuta di quest'area disupporto potrebbe favorire rimbalzi verso i 3 euro, la violazione di 2,70rischierebbe invece di riportare le quotazioni in area 2,40/45. La rotturadecisa dei 3,05 euro sarebbe da leggere come un segnale di forza moltointeressante, in quel caso si interromperebbe la lunga fase laterale in atto daormai un anno e si potrebbero sviluppare movimenti almeno fino ai massimi diaprile 2018 a 3,46 euro.

(AM - www.ftaonline.com)