Mediaset sulla parità non supera la resistenza dei 2 euro. La società Czech Media Invest che fa capo a Daniel Kretinsky non sta agendo in concerto con Mediaset. Lo ha comunicato lo stesso imprenditore ceco. Czech Media Invest ha il 10% di ProSiebenSat.1 Media SE. Due settimane fa Mediaset aveva annunciato l'acquisizione (tramite la controllata Mediaset España Comunicacion S.A.) del 4,25% di ProSiebenSat.1 Media, portandola quota del Gruppo Mediaset al 20,1% dei diritti di voto (escludendo le azioni proprie). Il titolo Mediaset e sceso in area 1,95 dopo avere toccato un massimo intraday a 2,036 e aver terminato lunedì a 1,986 euro. A 2 euro le quotazioni hanno incontrato il 38,2% di ritracciamento del ribasso dal massimo di agosto 2019. Senza la rottura di questo riferimento ricavato dalla successione di Fibonacci, messo sotto pressione quasi quotidianamente dal 31 marzo ma senza successo, il rimbalzo in atto dai minimi di marzo rischia di dimostrarsi solo una pausa correttiva del trend ribassista primario. Sotto 1,86 conferma in questo senso, primo supporto in quel caso a 1,60, poi rischio di ritorno sui minimi di marzo a 1,3450 euro. La rottura dei 2 euro, se confermata in chiusura di seduta, sarebbe invece un segnale di forza importante che aprirebbe la strada al test di 2,20 almeno, con resistenza successiva a 2,40 euro.

(AM - www.ftaonline.com)