A Piazza Affari non si ferma il rialzo di Mediobanca che continua a salire in una giornata in cui gli altri protagonisti del settore bancario mostrando un andamento piuttosto incerto.

Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un progresso di oltre l'1%, guadagna terreno per la terza giornata di fila, mettendo a segno la migliore performance nel paniere del Ftse Mib.

Mediobanca negli ultimi minuti passa di mano a 9,88 euro, a ridosso dei massimi intraday, con un rialzo dell'1,86% e oltre 2,4 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 3,6 milioni di pezzi.

Il titolo continua a salire dopo che nei giorni scorsi si è appreso che la Delfin di Leonardo del Vecchio ha rilevato il 6,94% del capitale dell'istituto di Piazzetta Cuccia, diventandone il secondo azionista dietro Unicredit.

Secondo indiscrezioni di stampa, Leonardo del Vecchio sarebbe pronto ad aumentare la sua quota in Mediobanca rispetto al 6,94% attuale.

Gli analisti di Equita SIM evidenziano che il presidente di Delfin intenderebbe, come prevedibile, avere un ruolo di peso nella governance della banca.

La SIM milanese conferma la sua view secondo cui la mossa di Del Vecchio aumenta l'appeal speculativo su Mediobanca che ha fondamentali molto solidi e una valutazione interessante.

Confermata così la strategia bullish sul titolo che per Equita SIM merita una raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 10,3 euro.