Moderato ribasso in avvio per il future Eurostoxx 50. L'intonazione delle borse e' comunque nelle ultime ore positiva grazie ai dati macroeconomici positivi in arrivo da Washington e Pechino che hanno messo in secondo piano per il momento i timori sugli effetti dell'epidemia di coronavirus. L'indice Pmi manifatturiero ufficiale della Cina è salito in giugno a 50,9 punti dai 50,6 punti di maggio. Il dato, che rimane quindi per il quarto mese consecutivo sopra alla soglia di 50 punti che separa espansione da contrazione, si confronta con i 50,5 punti del consensus del Wall Street Journal. Negli Usa l'indice Pending Home Sales fornito dalla National Association of Realtors (mercato immobiliare residenziale) a maggio ha fatto registrare un balzo del +44,3% mese su mese dal precedente -21,8% (rivisto) e con attese di un +18,9%. Deludente invece in maggio la produzione industriale in Giappone, crollata del 25,9% annuo, in peggioramento rispetto alla contrazione del 15,0% di aprile e contro la flessione dell'11,3% attesa dagli economisti. Il future Eurostoxx 50 si muove in area 3215 dopo aver terminato ieri a 3222 punti. Le quotazioni oscillano per vie laterali ormai dal 16 giugno muovendosi attorno alla media mobile esponenziale a 200 giorni, orizzontale da inizio mese e in transito a 3235 circa. L'unica seduta delle ultime settimane che ha cercato di uscire dalla fase laterale che si e' venuta a disegnare, compresa tra i 3175 e i 3290 punti circa, e' stata quella del 25 giugno che ha visto le quotazioni scendere fino a 3125 punti. In quell'area i prezzi hanno incontrato la media esponenziale a 100 giorni dalla quale si e' realizzato un forte rimbalzo, tanto che nella stessa seduta del 25 giugno la chiusura e' poi stata registrata a 3208 punti. Fino a che le quotazioni rimarranno all'interno della fascia sara' difficile fare ipotesi sul destino del future. Oltre area 3290, se la rottura trovasse conferma in chiusura di seduta, sarebbe possibile prevedere un test del top del 9 giugno a 3394 e di quello del 4 marzo a 3467 punti. Sotto area 3175, anche in questo caso con la violazione del supporto da confermare in chiusura di seduta, ci sarebbe da aspettarsi la violazione di 3095, media mobile esponenziale a 50 giorni e linea di tendenza che parte dai minimi di marzo, e il test di 3046, minimo del 15 giugno.

(AM - www.ftaonline.com)