Facendo seguito al comunicato del 13 maggio 2019 con il quale si dava notizia della verifica in corso da parte dell'agenzia delle entrate e del ricevimento di una comunicazione informale secondo cui la medesima si orientava nel senso di disconoscere il credito di imposta utilizzato dalla Mondo TV negli anni dal 2012 al 2019, si comunica che in data odierna è stato notificato alla Mondo TV il processo verbale di costatazione che ammonta per ora a solo circa euro 1,1 milioni oltre sanzioni e interessi, in relazione all'anno 2014.

Il medesimo verbale contiene una segnalazione agli uffici e alla società in relazione all'utilizzo del credito di imposta negli altri esercizi che quindi potrebbero essere oggetto di ulteriori verifiche. La società potrà entro 60 giorni formulare le proprie osservazioni e commenti in relazione al processo verbale di costatazione.

In proposito si segnala che, come già dichiarato da Matteo Corradi, amministratore delegato della Mondo TV, "Il management ritiene che questo verbale, peraltro in questo momento di importo modesto paragonato alle disponibilità liquide e al patrimonio netto della società, sia completamente infondato, privo di qualunque appiglio normativo e presentato fuori tempo massimo. Riteniamo quindi che in sede di giudizio sarà facilmente ribaltabile e la società potrà uscire indenne così come già accaduto con i verbali emessi ad esito della verifica del 2014 che sono stati tutti annullati dalle commissioni tributarie di primo e secondo grado con condanna dell'Agenzia delle Entrate alla rifusione della spese".

(GD - www.ftaonline.com)