Il Consiglio d'Amministrazione di Mondo TV S.p.A. - a capo dell'omonimo Gruppo attivo nella produzione e distribuzione di "cartoons" per la TV ed il cinema - ha approvato il progetto di bilancio di esercizio ed il bilancio consolidato al 31 dicembre 2019.

Dati consolidati 2019:
- Il valore della produzione ammonta complessivamente a circa Euro 26,7 milioni nel 2019, rispetto a Euro 22,2 milioni del 2018 con una variazione positiva di circa il 20%
- L'EBITDA è positivo per circa Euro 16,4 milioni nel 2019 con una variazione del 46% rispetto al 2018 che evidenziava un valore positivo di Euro 11,2 milioni.
- L'EBIT è positivo per circa Euro 6,3 milioni nel 2019 rispetto al valore negativo di circa Euro 54,5 milioni del 2018.
- Il risultato netto di competenza del Gruppo evidenzia un utile pari a circa Euro 3,8 milioni nel 2019 rispetto alla perdita netta di competenza del Gruppo di Euro 39,5 milioni dell'esercizio 2018.
- La PFN al 31 dicembre 2019 presenta un indebitamento netto di circa Euro 1,4 milioni rispetto ad una disponibilità netta di circa Euro 8,1 milioni al 31 dicembre 2018.
- Il patrimonio netto di Gruppo è pari ad Euro 60,4 milioni con un incremento di circa Euro 2,2 milioni rispetto ad Euro 58,2 milioni al 31 dicembre 2018.

Dati individuali della Capogruppo 2019:
- Il valore della produzione ammonta complessivamente a circa Euro 19,1 milioni nel 2019, rispetto a Euro 17,3 milioni del 2018 con una variazione positiva di circa il 10%.
- L'EBITDA è positivo per circa Euro 14,2 milioni nel 2019 con una variazione del 29% rispetto al 2018 che evidenziava un valore positivo di circa Euro 11,0 milioni.
- L'EBIT è anch'esso positivo per circa Euro 6,9 milioni nel 2019 rispetto al valore negativo di circa Euro 48,2 milioni del 2018;
- Il risultato netto evidenzia un utile netto pari a circa Euro 3,7 milioni nel 2019 rispetto ad una perdita netta di circa Euro 38,7 milioni dell'esercizio 2018.
- La PFN al 31 dicembre 2019 presenta disponibilità netta di circa Euro 3,1 milioni, di cui Euro 1,7 milioni di crediti a medio-lungo termine verso controllate, rispetto ad una disponibilità netta di circa Euro 16,5 milioni al 31 dicembre 2018.
- Il patrimonio netto è pari a circa Euro 63,9 milioni al 31 dicembre 2019 con un incremento di circa Euro 4,4 milioni rispetto ai circa Euro 59,5 milioni del 31 dicembre 2018.

Evoluzione prevedibile della gestione e fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell'esercizio
La società sta implementando la linea strategica definita nel Business Plan approvato dal Consiglio d'Amministrazione della Capogruppo lo scorso 10 dicembre, mediante acquisizione di nuove produzioni orientate al licensing e alla internazionalizzazione del Gruppo. Nel primo trimestre 2020 si è in particolar rafforzata la collaborazione con la società tedesca Toon2Tango, con l'avvio dello sviluppo di tre ulteriori produzioni e con il mandato di distribuzione mondiale a Mondo Tv, sia per i diritti televisivi che licensing di due ulteriori serie prodotte da terzi. In data 10 febbraio 2020 la Società ha presentato un ampio ricorso avverso un avviso di recupero dell'Agenzia delle Entrate con il quale la medesima ha contestato, facendo seguito al processo verbale di costatazione del 23 maggio 2019, le compensazioni effettuate nell'anno 2012 mediante il credito di imposta generato dalla "conversione" di imposte differite attive ("DTA") in crediti di imposta effettuata ai sensi dell'art. 2, commi 55-58, d.l. n. 225/2010. A giudizio dei professionisti incaricati della difesa della società sussistono validissimi elementi di natura sia formale (attinenti alla decadenza dal potere impositivo), sia sostanziale (attinenti alla formazione dei crediti civilistici DTA e alla loro conversione in crediti di imposta DTA), per contrastare quanto affermato dall'Agenzia delle Entrate. Per tali ragioni si ritiene improbabile il rischio di soccombenza, come peraltro avvenuto già nei contenziosi fiscali negli esercizi precedenti, risoltisi tutti con l'accoglimento dei ricorsi presentati dalla Società e con la soccombenza dell'Agenzia delle Entrate. In ogni caso, alla luce dell'importo della contestazione (2.328 migliaia di Euro oltre a sanzioni ed interessi) il ricorso è stato preceduto da una istanza di autotutela, al fine di mantenere aperto il dialogo con l'Agenzia, che è proseguito anche mediante l'invio di ulteriore documentazione. Ad oggi non sono previsti impatti significativi derivanti dalla crisi relativa al COVID-19, in quanto la società si è strutturata in modo tale da portare avanti la normale operatività anche con strumenti di lavoro a distanza e non ci sono ad oggi rallentamenti significativi da parte dei fornitori sia nazionali che esteri; per quanto riguarda l'acquisizione di nuovi contratti, il gruppo dispone per i prossimi mesi dei contratti e liquidità sufficiente per raggiungere gli obiettivi prefissati nel piano industriale; peraltro il settore dei media sembra al momento tra i meno impattati dall'emergenza; al contrario l'audience dei canali televisivi per ragazzi sono in momento in aumento e questo può costituire nei prossimi mesi un opportunità di business per il gruppo. Si segnala quindi che ad oggi non vi sono stati eventi occorsi in data successiva al 31 dicembre 2019 tali da rendere l'attuale situazione patrimoniale-finanziaria sostanzialmente diversa da quella risultante dallo stato patrimoniale a tale data o da richiedere rettifiche od annotazioni integrative di bilancio.

(RV - www.ftaonline.com)