Seduta ad altissima volatilità per Mondo TV -4,2%. Il gruppo ha comunicato di aver ricevuto dall'Agenzia delle Entrate un verbale da 1,1 milioni di euro oltre sanzioni e interessi in relazione all'anno 2014. La notizia ha inizialmente fatto balzare in avanti il titolo (massimo a +10% circa) in quanto in una precedente comunicazione era emerso che la contestazione riguardava compensazioni operate nell'esercizio 2014 con utilizzo del credito d'imposta derivante da trasformazione imposte anticipate: l'orientamento dell'Agenzia era quello di disconoscere il credito di imposta utilizzato da Mondo tv S.p.A. negli esercizi dal 2012 al 2018 per un importo massimo pari a circa 13,5 milioni di euro, più l'applicazione delle relative sanzioni ed interessi. Non è però escluso che l'utilizzo del credito di imposta negli altri esercizi possa essere oggetto di ulteriori verifiche.

L' a.d. Matteo Corradi ha dichiarato che "questo verbale, peraltro in questo momento di importo modesto paragonato alle disponibilità liquide e al patrimonio netto della società, sia completamente infondato, privo di qualunque appiglio normativo e presentato fuori tempo massimo. Riteniamo quindi che in sede di giudizio sarà facilmente ribaltabile e la società potrà uscire indenne così come già accaduto con i verbali emessi ad esito della verifica del 2014 che sono stati tutti annullati dalle commissioni tributarie di primo e secondo grado con condanna dell'Agenzia delle Entrate alla rifusione della spese".

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)