Questa mattina il consiglio di amministrazione di Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. ha esaminato ed approvato i risultati al 30 settembre 2018.

• Risultato operativo lordo del terzo trimestre a 248 milioni di euro, sostanzialmente stabile rispetto al trimestre precedente (-1,0% t/t) ma, al netto delle componenti straordinarie, in significativa crescita (c.+30%) rispetto al terzo trimestre 2017:
- flessione delle commissioni, impattate dai minori collocamenti di prodotti di risparmio gestito, in parte compensata dai maggiori risultati del portafoglio titoli e dalla sostanziale tenuta del margine di interesse (-1,4% t/t)
- oneri operativi in calo (-3,5% t/t e -9,4% a/a) per effetto della riduzione degli organici e delle iniziative di contenimento strutturale dei costi
• Impieghi alla clientela6 aumentati (+0,5% rispetto al 30 giugno 2018) grazie anche alla continua crescita delle nuove erogazioni di mutui; la ripresa dell'attività commerciale prosegue con una forte attenzione alla profittabilità e al controllo del costo del funding
• Riduzione di inadempienze probabili, per effetto di cessioni e stralci, per un ammontare pari a 0,8 miliardi di euro nei primi 9 mesi. In corso la vendita fino ad un massimo di 3,3 miliardi di euro di sofferenze (leasing e small ticket) e già ricevute offerte vincolanti per 0,4 miliardi di euro per portafogli di inadempienze probabili; considerate queste riduzioni, Gross NPE ratio pro forma pari a ca. il 16% (Net NPE ratio pro forma a ca. il 9%)
• Confermato il miglioramento di tutti i principali indicatori di asset quality:
- costo del credito pari a 55 punti base
- copertura dei crediti deteriorati al 56,4% (sofferenze al 68,6%)