Il Nasdaq Composite ha terminato gli scambi venerdì a 10913 punti, confermandosi per la seconda settimana consecutiva al di sotto della media mobile esponenziale a 50 sedute, riferimento tecnico determinante in transito a 11000 punti circa. Senza il ritorno perentori al di sopra di questo elemento aumenterebbe il rischio di assistere a cali prolungati in direzione dei 10000 punti, quota pari al 38,2% di ritracciamento del rialzo partito a marzo. Reazioni oltre 11000 punti dovranno invece spingersi oltre quota 11300 per allentare le tensioni negative delle ultime settimane e prospettare un allungo in area 11600/11700, ultimo baluardo capace di impedire il ritorno sui 12000 punti.

(CC - www.ftaonline.com)