Desta preoccupazione il grafico del Nasdaq Composite. Ottava positiva quella appena conclusa per il Nasdaq Composite che ha archiviato gli scambi venerdì a 8031 punti con un progresso cumulativo del 3,01%. Nel corso dell'ultima settimana i prezzi sono tornati a crescere fallendo tuttavia il test dei record di aprile a 8176 punti circa. Il fatto che la candela di giovedì sia un "hanging man" aumenta il rischio che l'indice possa avviare una fase correttiva al di sotto dei 7900 punti. In quel caso diverrebbe probabile l'approdo sulla base costruita tra il 12 e 14 giugno a circa 7780, punto di passaggio della media mobile esponenziale a 50 sedute e supporto determinante per scongiurare guai peggiori verso area 7550/7600. Al contrario, la tenuta di quota 7900 potrebbe rivelarsi strategica per il proseguimento del cammino verso i record a 8176 punti ed eventualmente più in alto in direzione di target ipotizzabili a 8500.

(CC - www.ftaonline.com)