Nikkei in calo dell'1,12%

Borsa giapponese negativa questa mattina, al termine di una seduta piuttosto movimentata.

Borsa giapponese negativa questa mattina, al termine di una seduta piuttosto movimentata. Il Nikkei ha ceduto l'1,12% a quota 9603,24 mentre il Topix ha perso l'1,14% a 870,05 punti. Il ribasso e' arrivato in scia alla negativa chiusura di ieri a Wall Street e dopo che il Primo Ministro Yukio Hatoyama ha fatto sapere di volersi dimettere a seguito delle pressioni ricevute dal proprio partito (Partito Democratico) dopo che non sono state mantenute le promesse fatte in campagna elettorale circa la rimozione di una base della marina americana nell'isola di Okinawa. Tale notizia ha contribuito ad indebolire lo yen nei confronti della altre principali valute. In difficolta' i titoli delle societa' legate all'andamento delle materie prime ed in particolare al petrolio dopo che le sciagurate operazioni di BP per cercare di tappare la falla nel Golfo del Messico potrebbero avere conseguenze pesanti in termini economici sulle stesse compagnie petrolifere. In forte ribasso Mitsui & Co societa' che detiene una partecipazione in BP che questa mattina ha ceduto piu' di 8 punti percentuali. Tra i peggiori anche Csk Holdings, Sumitomo Metal Industries, Mazda Motor e Toyo Seikan tutte oltre i 4 punti percentuali di perdita mentre sono riusciti a chiudere in controtendenza tra gli altri Sumitomo Osaka, Taiheiyo Cement e Meiji Holdings. Contrastate le altre principali piazze azionarie asiatiche con Hong Kong e Shanghai che si muovono poco al di sopra della parita', Singapore guadagna lo 0,6% mentre a Seul il Kospi Index ha chiuso in calo dello 0,66%. (AC)