Oracle prevede di assumere quasi 2.000 nuovi addetti all'interno dell'aggressivo piano per aumentare la sua presenza a livello globale nei servizi cloud e meglio competere con le rivali Amazon Web Services (Aws, di Amazon.com) e Microsoft. Lo ha dichiarato a Reuters Don Johnson, executive vice president di Oracle Cloud Infrastructure, che ha sottolineato come nuove posizioni saranno aperte negli hub di sviluppo software a Seattle, San Francisco e in India. L'obiettivo è aprire oltre 20 nuove "regioni" (attualmente sono 16) e tra queste ci saranno Cile, Giappone, Sudafrica, Emirati Arabi Uniti e diverse location in Europa e Asia. Oracle aveva chiuso in declino dello 0,62% lunedì al Nyse, sostanzialmente in linea con la seduta negativa di Wall Street.

(RR - www.ftaonline.com)