Oro in rally sui timori di un rallentamento dell'economia per il coronavirus. Nuovi segnali di forza per il metallo giallo che nelle ultime sedute è balzato su un massimo pluriennale a 1645 dollari. La rottura del limite superiore del "pennant", una figura di forma triangolare che fa parte della famiglia di quelle di "continuazione", ha dunque riattivato la tendenza al rialzo precedente, in atto dai minimi di fine 2015 per target a 1650 dollari, ormai prossimo, e più in alto a 1690 dollari. Sotto 1593 rischio di ripiegamenti verso il minimo di metà gennaio a quota 1536, al di sotto della quale si farebbe invece strada l'ipotesi di una correzione di maggior portata. Solo la violazione della trend line che sale dallo scorso maggio, ora a 1530 circa, modificherebbe la struttura di fondo mettendo nel mirino i supporti a quota 1500 e più in basso quelli a 1470 dollari.

(CC - www.ftaonline.com)