Facendo seguito al comunicato del 30 gennaio e con riferimento a quanto indicato nel Prospetto Informativo del 19 dicembre 2019, Orsero *comunica di essere stata informata dalla dott.ssa *Raffaella Orsero, Vice Presidente e Amministratore delegato *della Società, che nella giornata di ieri il Giudice dell'Udienza Preliminare ha pronunciato *sentenza di non luogo a procedere nei suoi confronti, nonché degli altri soggetti imputati, *per la presunta appropriazione indebita *contestata nella richiesta di rinvio a giudizio.

Quanto alle altre ipotesi di reato oggetto di contestazione, il Giudice ha accolto l'istanza presentata dalla dott.ssa Orsero e sulla quale il PM ha espresso il proprio consenso, pronunciando sentenza di applicazione della pena su richiesta delle parti (c.d. "patteggiamento") a due anni di reclusione, con il beneficio della sospensione condizionale.

La dott.ssa Orsero ha ribadito che "l'istanza di applicazione della pena non costituisce in astratto – né intende in concreto costituire nel caso di specie – ammissione di colpevolezza, così come la relativa sentenza non costituisce accertamento del fatto contestato, si tratta di una scelta processuale dettata dall'opportunità di chiudere questa vicenda".

La Società nei prossimi giorni approfondirà eventuali profili rilevanti anche con l'ausilio dei propri consulenti e, ove necessario, fornirà ulteriori elementi al mercato.

Per la descrizione del procedimento, delle contestazioni e dei soggetti coinvolti si rinvia al Prospetto Informativo del 19 dicembre 2019 (punti A.3.1. e 12.1.1) disponibile sul sito internet della Società.

(GD - www.ftaonline.com)