Secondo William Dudley, president della Federal Reserve Bank (Fed) di New York, anche se l'istituto centrale di Washington aumentasse i tassi d'interesse quattro volte nel corso del 2018, il processo sarebbe comunque graduale. "Se si procedesse con quattro rialzi di 25 punti base, penso che sarebbe ancora graduale", ha sottolineato giovedì nel corso di una conferenza a São Paulo, in Brasile. Dudley ha paragonato la fase attuale a quella, decisamente più "aggressiva", in cui nel decennio precedente la Fed era arrivata a realizzare otto rialzi dei tassi l'anno. In scia all'annuncio del presidente Donald Trump dell'imposizione di dazi sull'import in Usa di metalli, Dudley ha ammonito sui rischi del protezionismo. "Se i guadagni derivanti da un regime commerciale liberalizzato non sono garantiti, l'alternativa di cercare di raggiungere standard elevati seguendo una politica di isolazionismo economico è destinata a fallire", ha sottolineato.

(RR - www.ftaonline.com)