Ci sarebbero anche i Gavio tra i possibili interessati alle quote di Morgan Stanley in Save, la società che gestisce l'aeroporto di Venezia e controlla il 27,65% dello scalo belga di Charleroi e il 40,3% della Aeroporto Valerio Catullo di Verona Spa alla quale fanno riferimento gli aeroporti di Verona e Brescia.

Attualmente il socio di riferimento della Save con il 47,166% del capitale (tra quote dirette e indirette) è Agorà *che a sua volta è divisa tra un 56,9% circa in mano alla Finint di *Enrico Marchi (presidente e ad di Save) e Andrea de Vido. Il rimanente 43,1% circa di Agorà è invece in mano alla Star Holdings indirettamente controllata da fondi di Morgan Stanley *che rilevò le quote da Generali nel 2013. Proprio la permanenza di questo socio americano a carattere finanziario è in dubbio e, secondo quanto riportato stamane da MF, diversi soggetti potrebbero essere interessati, compresi, appunto, i *Gavio. Gli altri possibili acquirenti potrebbero essere il fondo F2i, già nello scalo di Napoli e Milano, i Benetton (con Adr a Fiumicino e altrove, ma sembra non in rapporti idilliaci con Marchi), il gruppo spagnolo *Abertis *già verso l'acquisizione dell'autostrada Serenissima.

(GD)