Secondo Haruhiko Kuroda, governatore della Bank of Japan (BoJ), l'aumentato protezionismo commerciale è il maggiore rischio per l'economia globale. Intervistato lunedì dalla Cnbc, Kuroda ha notato come la recente revisione al ribasso della crescita economica da parte del Fondo monetario internazionale (Fmi) non preveda un peggioramento della guerra commerciale tra Usa e Cina. Nel caso di un aggravarsi della situazione, la revisione (settimana scorsa nel suo World Economic Outlook l'Fmi aveva tagliato dal 3,5% al 3,3% la stima di crescita del Pil mondiale nel 2019, dopo averla già ridotta in gennaio dal 3,5% dell'outlook di ottobre) potrebbe rivelarsi ottimistica. In ogni caso Kuroda si è detto convinto che l'economia cinese sia "destinata a riprendersi nella seconda metà" del 2019, evidenziando le "enormi misure di stimolo fiscale già decise" dal governo di Pechino.

(RR - www.ftaonline.com)