La nuova settimana è partita con un fiammante rally per il petrolio che già dai primi minuti dell'avvio degli scambi sul Globex ha fatto registrare un fortissimo rialzo.

Dopo aver terminato le contrattazioni a 54,82 dollari venerdì scorso, con un calo di quasi mezzo punto, l'oro neto è oggetto di una forsennata corsa all'acquisto.

Il petrolio ha superato di slancio la soglia dei 60 dollari e viene fotografato ora a 60,3 euro, con un rialzo del 10%.

A causare l'impennata delle quotazioni sono le cattive notizie del fine settimana, quando alcuni droni hanno attacco due importanti raffinerie saudite.

L'Arabia Saudita è stata costretta a dimezzare oltre metà della sua produzione di petrolio, ma Riad ha già fatto sapere che compenserà questo taglio produttivo pari a 5,7 milioni di barili al giorno, attingendo alle riserve strategiche.