Il Dipartimento dell'energia ha reso noto che nell'ultima settimana le scorte strategiche di petrolio sono balzate in avanti di 5,987 milioni di barili, ben oltre i 2,2 milioni previsti dal mercato.
In crescita di quasi 1 milione di barili le riserve di benzina, a fronte della previsione di un calo di 100mila barili, mentre gli stock di distillati sono scesi di 2,7 milioni di barili, oltre i 2 milioni messi in conto dagli analisti.
Dopo la diffusione del report sono aumentate le vendite sul petrolio che negli ultimi minuti viene scambiato a 71,35 dollari, in flessione del 2,49% rispetto al close di ieri.