Il Dipartimento dell'energia statunitense ha reso noto che nell'ultima settimana le scorte strategiche di petrolio sono salite di 1,58 milioni di barili, battendo ampiamente le stime degli analisti che puntavano ad un calo di 2,1 milioni di barili.
Le riserve di benzina sono scese di 1,412 milioni di barili, a fronte della previsione di un rialzo di 0,1 milioni, mentre gli stock di distillati hanno riportato una contrazione di 1,938 milioni di barili, anche in questo caso peggio delle stime che indicavano un incremento di 900mila barili.
Dopo la diffusione del report sono leggermente aumentate le vendite sul petrolio che viaggiava già in forte ribasso e ora passa di mano a 55,05 dollari, con un affondo del 3,59%.