Il Dipartimento del commercio ha reso noto che nell'ultima settimana le scorte strategiche di petrolio sono aumentate a sorpresa di ben 5,431 milioni di barili, a fronte della previsione di un calo di 1,4 milioni.
Le riserve di benzina sono scese di 1,1 milioni di barili, più delle stime che indicano un calo di 600mila barili, mentre gli stock di distillati sono saliti di 0,1 milioni di barili, superando le attese di una flessione di 500mila barili.
Dopo la diffusione del report il petrolio ha continuato a muoversi inizialmente in calo, salvo poi invertire la rotta e passare in rialzo. Negli ultimi minuti le quotazioni dell'oro nero salgono dello 0,68% a 62,2 dollari.