Il Dipartimento dell'energia statunitense ha reso noto che nell'ultima settimana le scorte strategiche di petrolio sono calate di 2,732 milioni di barili, deludendo le attese del mercato che puntava ad un ribasso meno marcato di 1,5 milioni.

In controtendenza le riserve di benzina che sono salite di 312mila barili, a fronte della previsione di un calo di 200mila barili, mentre gli stock di distillati hanno registrato un incremento di 2,61 milioni di barili, battendo nettamente le stime che parlavano di un rialzo ben più contenuto di 200mila barili.

Dopo la diffusione del report il petrolio, che guadagnava oltre l'1% fino a pochi minuti fa, ha avviato un movimento correttivo, tanto da azzerare quasi interamente il suo vantaggio.

Le quotazioni dell'oro vengono fotografate ora 56,25 dollari, in rialzo dello 0,21%.