Il Dipartimento dell'energia statunitense ha reso noto che nell'ultima settimana le scorte strategiche di petrolio sono aumentate a sorpresa di 4,7 milioni di barili, mentre le attese erano per un calo di 1,3 milioni.
In crescita anche le riserve di benzina, cresciute di 3,7 milioni di barili, a fronte della previsione di una contrazione di 700mila barili, mentre gli stock di distillati hanno segnato un rialzo di 800mila barili, battendo anche in questo caso le stime che indicavano un ribasso di 200mila barili.
Dopo la diffusione del report il petrolio, già in calo in precedenza, ha registrato un'accelerazione ribassista e negli ultimi minuti viene scambiato a 61,5 dollari, in calo del 2,44%.