Piazza Affari accelera al rialzo grazie ai bancari. FTSE MIB +0,95%.

*Il FTSE MIB segna +0,95%, il FTSE Italia All-Share +0,89%, il FTSE Italia Mid Cap +0,51%, il FTSE Italia STAR +0,25%.

BTP in lieve rialzo, spread in netto calo.* Il decennale rende il 2,52% (-1 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 247 bp (-8 bp) (dati MTS).

Mercati azionari europei positivi: Euro Stoxx 50 +0,4%, FTSE 100 +0,2%, DAX +0,6%, CAC 40 +0,4%, IBEX 35 +0,5%.

*Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono in progresso: S&P 500 +0,6%, Nasdaq 100 +0,5%, Dow Jones Industrial +0,9%.

Bancari in accelerazione grazie alle trimestrali dei colossi USA JP Morgan e Wells Fargo migliori delle attese.* L'indice FTSE Italia Banche segna +3,0%, l'Euro Stoxx Banks +3,1%. A Milano UBI Banca +4,5%, Banco BPM +3,9%, UniCredit +3,7%, FinecoBank +3,5%, Intesa Sanpaolo +2,7%.

Ottima performance per Credito Valtellinese +3,8%, in netto progresso sin dalle prime battute grazie alla decisione di Moody's di aumentare il Bank's Standalone Baseline Credit Assessment (BCA) e l'Adjusted BCA a "b1" da "b2". Inoltre, il rating sul debito subordinato è stato aumentato a "(P)B2" da "(P)B3" e anche la valutazione del rischio di controparte a lungo termine è migliorata a "Ba1(cr)" da "Ba2(cr)". Il rating Senior unsecured medium-term programme è stato confermato a "(P)B2". Il BCA esprime il giudizio sulla solidità della banca ed il suo aumento riflette il miglioramento del profilo di rischio, in seguito al rafforzamento patrimoniale e al processo di derisking posti in essere. Confermato il rating sui depositi a breve ("NP") e lungo termine ("Ba3"), aggiornando l'outlook su depositi a lungo termine a negative in relazione al profilo delle prossime scadenze obbligazionarie nel corso del 2019 e 2020, che saranno oggetto di valutazione nel funding plan del nuovo Piano Industriale triennale previsto entro giugno 2019.