Piazza Affari accelera al ribasso su caos coronavirus. Spread in deciso calo dopo esito regionali. FTSE MIB -2,31%.

Mercati azionari europei in forte ribasso. Wall Street in netto calo: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -1,5%, NASDAQ Composite -1,9%, Dow Jones Industrial -1,5%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -2,31%, il FTSE Italia All-Share a -2,32%, il FTSE Italia Mid Cap a -2,35%, il FTSE Italia STAR a -2,58%.* Mercati azionari in forte ribasso con le ultime notizie relative alla diffusione del coronavirus cinese. Il virus sembra in grado di trasmettersi anche durante il periodo di incubazione, il che rende molto più difficile individuarlo. Fino a questo momento i morti sono 81, tutti in Cina, ma ci sono casi accertati in Thailandia (8), USA (5), Australia (5), Francia (3), Giappone (3). Le autorità cinesi hanno prolungato di tre giorni (fino a domenica) le festività per il capodanno al fine di rimandare il controesodo.*

*BTP in accelerazione e spread in forte calo dopo le votazioni regionali. *Il rendimento del decennale segna 1,05% (chiusura precedente a 1,23%), lo spread sul Bund segna 143 bp (da 155) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: vendite di nuove abitazioni dicembre a 694 mila unità da 719 mila (atteso 730 mila); indice degli affari Fed Dallas a -0,2 punti a gennaio da -3,2 punti (atteso -3,1 punti). In Germania: indice IFO gennaio 95,9 punti da 96,3 (atteso 97).

In pesante rosso gli industriali, penalizzati dalle probabili conseguenze negative sulle transazioni commerciali internazionali derivanti dalle misure messe in atto dalle autorità per contrastare la diffusione del coronavirus. CNH Industrial -6,94%, STM -5,77%, Prysmian -4,39%, Pirelli -4,65%.