Petrolio: chiusura in rialzo ieri per le quotazioni dell'oro nero che sono salite dell'1,2% a 56,87 dollari.

Wall Street: conclusione contrastata ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones è salito dello 0,11%, mentre l'S&P500 è sceso dello 0,16% e il Nasdaq Composite si è fermato a 8.293,33 punti, in flessione dello 0,44%.

Dati Macro ed Eventi Usa: oltre all'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene statunitensi, si segnalano i redditi personali che a giugno dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 0,4% dopo lo 0,5% precedente, mentre le spese per consumi sono in viste in salita dello 0,3% dopo lo 0,4% di maggio e l'indice PCE dovrebbe confermare la rilevazione precedente con un progresso dello 0,2%.

In calendario anche l'indice S&P Case-Shiller che a maggio dovrebbe mostrare un rialzo del 2,4% su base annua, rispetto al 2,5% precedente.
Per l'indice relativo alla fiducia dei consumatori a luglio si prevede un rialzo da 121,5 a 124,5 punti, mentre l'indice home pending sales di giugno è atteso in positivo dello 0,5%, ma in frenata rispetto all'1,1% precedente.

Da segnalare che oggi riprenderanno a Shanghai i colloqui commerciali tra Stati Uniti e Cina dopo lo stop di maggio.

Risultati trimestrali Usa: da seguire prima dell'apertura di Wall Street i risultati trimestrali di Altria ed Eli Lilly, con un eps atteso a 1,1 e a 1,45 dollari, mentre Procter & Gamble e Xerox Corp. dovrebbero mostrare un utile per azione di 1,05 e di 0,88 dollari.

Alla prova dei conti anche ConoscoPhillips e Merck & Co. che dovrebbero evidenziare un eps di 1,03 e di 1,16, mentre per Celgene e Mastercard le stime parlano di un utile per azione di 2,63 e di 1,82 dollari.