Piazza Affari anche oggi in rimonta. FTSE MIB -0,08%.

*La borsa italiana annulla il rosso della mattinata. Il FTSE MIB segna -0,08%, il FTSE Italia All-Share +0,02%, il FTSE Italia Mid Cap +0,51%, il FTSE Italia STAR +0,86%.

BTP in forte ribasso.* Il decennale rende il 2,84% (+16 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 266 bp (+14 bp) (dati MTS).

Mercati azionari europei in rosso: Euro Stoxx 50 -0,8%, FTSE 100 -0,1%, DAX -1,1%, CAC 40 -0,9%, IBEX 35 +0,2%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono in netto ribasso: S&P 500 -1,0%, Nasdaq Composite -1,7%, Dow Jones Industrial -1,1%.

*Forte pressione in vendita su STMicroelectronics -9,3%, passato più volte in asta di volatilità per eccesso di ribasso, dopo il warning di Apple (-8,2% nel pre-market al NASDAQ). *Il colosso di Cupertino per la prima volta da quasi 12 anni ha ridotto la stima sui ricavi per il primo trimestre dell'anno fiscale 2019 da 89-93 a 84 miliardi di dollari principalmente a causa della debolezza delle vendite di iPhone in Greater China. Il consensus di FactSet per il primo trimestre dell'anno fiscale 2019 era di 91,3 miliardi di ricavi. Alcuni analisti stimano che l'effetto Apple possa causare un calo dell'1% circa dei ricavi di STM, ma l'effetto potrebbe essere amplificato dalla riduzione delle scorte. Negativi anche gli altri titoli coinvolti nella filiera-Apple: Infineon -4,4%, ASML -3,9%, Dialog Semiconductor -9,1%, AMS -19,9%.

Vendite sul lusso: il settore è penalizzato dei segnali di indebolimento dell'economia cinese giunti nei giorni scorsi dagli indici PMI relativi al mese di dicembre (in calo e inferiori alle attese). In rosso Moncler -3,7%, Salvatore Ferragamo -2,5%, Tod's -0,2%, Brunello Cucinelli -2,2%.