Chiusura leggermente positiva oggi per le Borse europee che hanno lasciato indietro solo il Ftse100, in frazionale calo dello 0,09%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono saliti rispettivamente dello 0,09% e dello 0,14%.

La maglia rosa è stata indossata da Piazza Affari che dopo due sedute in calo ha dato vita ad un recupero, con il Ftse Mib fermatosi a 21.947 punti, in progresso dello 0,67%,dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.009 e un minimo a 21.774 punti.

Ftse Mib in recupero, ma sotto quota 22.000

In linea con quanto accaduto ieri, il Ftse Mib è riuscito anche oggi a difendere la soglia dei 21.800 punti, dando vita ad un recupero in direzione di area 22.000 che però non è stata riconquistata in chiusura di sessione.

La parola passa ora alla Fed che a breve annuncerà la sua decisione sui tassi di interesse che, salvo sorprese dell'ultimo minuto, dovrebbero essere tagliati dello 0,25%.

Se le attese del mercato saranno rispettate, non si dovrebbero avere particolari reazioni nè al rialzo nè al ribasso, ma saranno importanti le dichiarazioni del presidente Powell nel corso della conferenza stampa che seguirà all'annuncio ufficiale.

Un atteggiamento ancora da colomba da parte del Chairman potrebbe dare nuova linfa alle Borse che in caso contrario rischiano di avviare un movimento correttivo anche di una certa entità.

Per il Ftse Mib lo scenario appare delicato visto che i corsi si presentano a ridosso di una resistenza di rilievo.
Con ritorni al di sopra di area 22.000 l'indice potrà tornare a premere sui massimi di venerdì scorso in area 22.200, oltre cui si guarderà ai top dell'anno a ridosso dei 22.350 punti.