Piazza Affari brillante con sorpresa ZEW e rally bancari. FTSE MIB +2,84%.

Mercati azionari europei in forte rialzo. Wall Street positiva: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,5%, NASDAQ Composite +0,0%, Dow Jones Industrial +1,0%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +2,84%, il FTSE Italia All-Share a +2,60%, il FTSE Italia Mid Cap a +1,37%, il FTSE Italia STAR a +0,46%.

Sorpresa positiva questa mattina dall'indice ZEW (fiducia investitori istituzionali) relativo alla Germania che ad agosto è balzato a 71,5 punti da 59,3, ben al di sopra delle attese fissate a 58,0. Inoltre il presidente della Russia Vladimir Putin ha dichiarato che Mosca ha registrato il primo vaccino per il Covid-19. Putin ha aggiunto che una delle sue figlie ha assunto il vaccino e, dopo un iniziale incremento della temperatura corporea a 38 gradi, è ora in buone condizioni. Nessun dato scientifico sui test condotti per il vaccino è stato rilasciato. In precedenza alcune indiscrezioni hanno ipotizzato che nello sviluppare il vaccino i russi abbiano tralasciato passaggi essenziali al fine di arrivare per primi all'annuncio.

BTP e spread contrastati. Il rendimento del decennale segna 1,01% (chiusura precedente a 0,98%), lo spread sul Bund 148 bp (da 151) (dati MTS).

*Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: indice prezzi alla produzione luglio *+0,6% m/m (precedente -0,2%, consensus +0,3%), indice core +0,5% m/m (-0,3%, +0,1%). In Germania: indice ZEW (fiducia investitori istituzionali) agosto 71,5 punti (precedente 59,3, consensus 58,0). Nel Regno Unito il tasso di disoccupazione a giugno è rimasto stabile al 3,9% rispetto a maggio. Il dato è superiore alle attese (consensus 4,2%). Le richieste di sussidi disoccupazione a luglio si sono attestate a +94,4 mila unità da -68,5 mila (dato rivisto) di giugno e contro +10 mila del consensus. L'indice delle retribuzioni medie a giugno è calato dell'1,2% da -0,3% di maggio e contro il -1,1% del consensus.

Ondata di acquisti sui titoli del settore bancario grazie a possibili nuove operazioni straordinarie: l'indice FTSE Italia Banche segna +3,9%, l'EURO STOXX Banks +4,0%. Particolarmente brillante Banco BPM +6,92% in scia all'intervista rilasciata al Sole 24 Ore dall'a.d. Giuseppe Castagna. L'operazione Intesa-UBI ha ha cambiato il contesto competitivo del mercato bancario in Italia, costringendo gli altri istituti a valutare operazioni straordinarie. Il manager ha aggiunto che, una volta superata l'emergenza Covid, BPM aggiornerà il piano industriale: l'obiettivo è "aumentare il valore di Banco BPM, se serve anche attraverso aggregazioni che vengano apprezzate dal mercato", ma al momento non c'è alcun piano in tal senso. Secondo indiscrezioni recenti BPM è stata accostata a UniCredit +4,87% e Banca MPS +2,25%.

Molto bene anche Mediobanca +5,92% in attesa delle prossime mosse di Leonardo Del Vecchio. Secondo Il Sole 24 Ore e Repubblica il fondatore di Luxottica attende il via libera della BCE per salire fino al 20%. Attualmente Del Vecchio ha il 9,9% circa di Piazzetta Cuccia e dopo l'ok dell'Eurotower (previsto tra il 20 e il 25 agosto) sembra intenzionato a portare la propria partecipazione al 13-14 per cento. Reuters scrive che si tratterebbe dalla prima volta nella storia dell'istituto fondato nel 1946 che un singolo socio detiene più del 10%.

FinecoBank +6,08% accelera al rialzo e tocca a 13,4250 euro il nuovo massimo storico. La scorsa settimana il gruppo ha annunciato che nel mese di luglio la raccolta netta si è attestata a 679 milioni di euro (+62% a/a), con decisa preponderanza della componente gestita, in crescita a 650 milioni (oltre 11 volte il risultato di luglio 2019).

*Industriali e automobilistici si confermano in ottima forma: *CNH Industrial +4,78%, Pirelli +6,23%, FCA +5,27%, Interpump +4,90%, Buzzi Unicem +3,60%.

Bene i petroliferi: il greggio prolunga il recupero e sale sui massimi da giovedì scorso. Il future ottobre sul Brent segna 45,15 $/barile, il future settembre sul WTI segna 42,25 $/barile. Eni +3,23%, Tenaris +3,40%, Saipem +3,56%.

Acquisti anche sul lusso: Moncler +2,28%, Salvatore Ferragamo +7,70%, Tod's +5,69%, Brunello Cucinelli +4,52%.

Atlantia +3,70% sui massimi dal 23 luglio. Milano Finanza riferisce che Allianz e Silk Road sono contrarie all'ingresso di CDP nel capitale di Autostrade per l'Italia con un aumento di capitale riservato e, nel caso, eserciterebbero il loro potere di veto: a loro avviso l'aumento non sarebbe necessario in caso di conferma della concessione autostradale. Allianz e Silk Road sono soci di minoranza in AspI rispettivamente con il 7% e il 5%, mentre il restante 88% è in mano ad Atlantia.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)