Piazza Affari debole con i bancari. FTSE MIB -0,22%.

Mercati azionari europei in calo. Wall Street sopra la parità: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,2%, NASDAQ Composite +0,1%, Dow Jones Industrial +0,2%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,22%, il FTSE Italia All-Share a -0,20%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,00%, il FTSE Italia STAR a -0,28%.

BTP poco mossi dopo il balzo di ieri. Il decennale rende il 2,68% (-1 bp) e lo spread segna 278 bp (+1 bp).

*Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che negli USA la stima preliminare dell'indice di fiducia dei consumatori *relativa al mese di maggio, calcolata dall'Università del Michigan e da Reuters, si attesta a 102,4 punti, risultando superiore sia alle previsioni degli addetti ai lavori fissate a 97,8 punti che alla rilevazione precedente fissata a 97,2 punti. Il Conference Board ha comunicato che, nel mese di aprile l'Indice Anticipatore (Leading Indicator), che misura l'andamento dell'attivita' economica statunitense nei prossimi 6-12 mesi, è cresciuto dello 0,2% su base mensile, risultando pari alle stime degli economisti. Eurostat ha comunicato che nel mese di aprile il dato relativo all'Indice dei prezzi al consumo (CPI definitivo) è cresciuto dell'1,7% su base annuale dal +1,4% rilevato a marzo e risultando pari alle attese. In crescita l'inflazione mensile (+0,7%) dopo la variazione positiva dell'1% della lettura precedente. Gli analisti avevano stimato un incremento dello 0,7%.

*Bancari in flessione: *l'indice FTSE Italia Banche chiude a -1,14%, l'EURO STOXX Bank a -1,0%. A Milano Banco BPM -3,22%, UBI Banca -2,03%, Credito Valtellinese -2,84%. In rosso anche UniCredit -2,01%: il vicepremier Salvini ha detto che sarebbe orgoglioso in caso di aggregazione con Commerzbank -1,0%. Il titolo ha sempre reagito negativamente a fronte di notizie o indiscrezioni favorevoli all'operazione.