Piazza Affari in ascesa, nuovi massimi da inizio marzo con petroliferi e lusso. FTSE MIB +1,1%.

Il FTSE MIB segna +1,1%, il FTSE Italia All-Share +1,0%, il FTSE Italia Mid Cap +0,3%, il FTSE Italia STAR +0,2%.

BTP e spread stabili. Il rendimento del decennale segna 1,48% (chiusura precedente a 1,49%), lo spread sul Bund 190 bp (da 190) (dati MTS).

Mercati azionari europei in netto progresso: EURO STOXX 50 +2,8%, FTSE 100 +0,7%, DAX +3,1%, CAC 40 +1,6%, IBEX 35 +1,2%.

Future sugli indici azionari americani poco sopra la parità: S&P 500 +0,0%, NASDAQ 100 +0,3%, Dow Jones Industrial +0,0%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,38%, NASDAQ Composite +0,66%, Dow Jones Industrial +0,36%.

Mercato azionario giapponese in ulteriore progresso, il Nikkei 225 ha chiuso a +1,19%. Borse cinesi positive: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha terminato a +0,31%, l'Hang Seng di Hong Kong al momento segna +1,0% circa.

Performance positive per i petroliferi Eni +2,6%, Tenaris +1,9%, Saipem +1,7%: il greggio guadagna ulteriore terreno salendo sui massimi da inizio marzo. Il future agosto sul Brent segna 38,70 $/barile, il future luglio sul WTI segna 35,70 $/barile.

Bene il lusso dopo due sedute all'insegna della correzione a seguito del balzo messo a segno giovedì in scia al rally di Ferragamo: varato il nuovo assetto di governance, con la famiglia fiorentina che fa un passo indietro. Questa mossa, abbinata al ritorno dell'ex a.d. Michele Norsa come Vice Presidente Esecutivo, secondo alcuni potrebbe preludere a un passaggio di proprietà (di cui peraltro si vocifera da tempo). Moncler +2,6%, Ferragamo +1,7%, Brunello Cucinelli +1,4%, Tod's +2,6%.

Telecom Italia in ulteriore rialzo +1,1% dopo il +2,83% messo a segno ieri nonostante le indiscrezioni di Repubblica secondo cui Sky Italia lancerà il 16 giugno il proprio servizio telefonico su rete fissa (utilizzando l'infrastruttura di Open Fiber). Inoltre dal Brasile arrivano segnali secondo cui Oi potrebbe cedere le attività nel mobile (che interessano sia Tim Brasil che a Vivo). Intanto il settore guadagna terreno (EURO STOXX Telecommunications +1,1% ieri) in scia al balzo di MasMovil (+23,6% a Madrid) dopo il lancio dell'OPA da parte del consorzio formato dai private equity Kkr, Cinven e Providence.

Reply -4,1% a 74,25 euro, in netto calo dopo che Alika Srl ha ceduto, con un'operazione di accelerated bookbuilding riservata a investitori istituzionali, il 5,35% del capitale a 72 euro per azione. Alika detiene ora il 39,75% del capitale di Reply e il 56,89% dei diritti di voto.

Anche Banca Farmafactoring, -3,2% a 5,17 euro, perde terreno a causa di un collocamento. Reuters riferisce che BFF Luxembourg ha concluso un accelerated bookbuilding riservato a investitori istituzionali cedendo circa il 10% del capitale della società al prezzo di 5,20 euro per azione. Prima del collocamento BFF Luxembourg aveva il 21,81% (era e resta il principale azionista).

Safilo Group +6,2% accelera e tocca i massimi da inizio marzo in scia al closing dell'acquisizione del 70% del capitale della società californiana Blenders Eyewear. Blenders Eyewear, che genera circa il 95% del suo business attraverso la sua piattaforma di e-commerce, ha chiuso il 2019 con vendite nette pari a 40,7 milioni di dollari, in crescita del 38% rispetto all'anno precedente, con un CAGR a 3 anni del 174%. Il corrispettivo complessivo per la partecipazione di controllo del 70% nella società è di 63,9 milioni di dollari (corrispondenti a 57,5 milioni di euro).

Gli appuntamenti macroeconomici in programma oggi: alle 10:30 credito al consumo Regno Unito. Negli USA alle 22:30 scorte settimanali petrolio (API).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)