Piazza Affari in forte ribasso, sale lo spread. FTSE MIB -3,01%.

Il FTSE MIB segna -3,01%, il FTSE Italia All-Share -3,00%, il FTSE Italia Mid Cap -2,96%, il FTSE Italia STAR -2,99%.

BTP e spread in peggioramento. Il rendimento del decennale segna 1,14% (chiusura precedente a 1,07%), lo spread sul Bund segna 186 bp (da 175) (dati MTS).

Mercati azionari europei in forte ribasso: Euro Stoxx 50 -2,6%, FTSE 100 -2,0%, DAX -2,6%, CAC 40 -2,6%, IBEX 35 -2,8%.

Future sugli indici azionari americani negativi: S&P 500 -1,2%, NASDAQ 100 -1,2%, Dow Jones Industrial -1,1%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -3,39%, NASDAQ Composite -3,10%, Dow Jones Industrial -3,58%.

Mercato azionario giapponese in forte ribasso, il Nikkei 225 ha terminato a -2,72%. *Borse cinesi negative: *l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -1,62%, l'indice Hang Seng di Hong Kong a -2,32%.

Prysmian -7,7% piomba verso il basso dopo la pubblicazione dei risultati 2019 e delle previsioni per il 2020. Lo scorso esercizio si è chiuso con ricavi a 11,519 miliardi di euro, -0,9% a/a su base organica e leggermente inferiori agli 11,527 del consensus. L'EBITDA adjusted sale del 31,4% a/a a 1,007 miliardi, contro gli 1,013 del consensus. L'utile netto balza a 296 milioni da 58 nel 2018. L'indebitamento netto si attesta a 2,14 miliardi di euro (consensus 2,177). Le previsioni per il 2020 indicano un EBITDA adjusted a 0,95-1,02 miliardi di euro e cash flow a 330 milioni +/-10%. Ma attenzione: le stime non includono previsioni relative all'impatto del coronavirus. L'impatto ci sarà senz'altro dato che in conference call l'a.d. Valerio Battista ha dichiarato che l'EBITDA adjusted 2020 si collocherà probabilmente nella parte bassa della forchetta prevista.