Piazza Affari in leggero ribasso, sale lo spread: Conte cerca voti alla Camera. Ottimo debutto per Stellantis. FTSE MIB -0,1%.

Il FTSE MIB segna -0,1%, il FTSE Italia All-Share -0,2%, il FTSE Italia Mid Cap +0,1%, il FTSE Italia STAR +0,2%.

BTP poco mossi, sale lo spread. Il rendimento del decennale segna 0,63% (chiusura precedente a 0,62%), lo spread sul Bund 118 bp (da 114) (dati MTS).

Oggi il premier Conte parlerà alla Camera dei Deputati chiedendo la fiducia al governo. Ancora non è chiaro se le trattative per la ricerca dei voti necessari stanno andando a buon fine.

Mercati azionari europei sotto la parità: EURO STOXX 50 -0,3%, FTSE 100 -0,0%, DAX -0,1%, CAC 40 -0,3%, IBEX 35 -0,3%.

Future sugli indici azionari americani in lieve calo: S&P 500 -0,2%, NASDAQ 100 -0,1%, Dow Jones Industrial -0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,72%, NASDAQ Composite -0,87%, Dow Jones Industrial -0,57%.

Mercato azionario giapponese negativo, il Nikkei 225 ha terminato a -0,97%. Borse cinesi positive: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +1,11%, l'Hang Seng di Hong Kong a +1,01%.

Debutto molto positivo in borsa per Stellantis +4,3%, il gruppo derivante dalla fusione tra FCA e PSA Peugeot Citroen, titoli delistati dalle contrattazioni.

Enel -3,0% e Snam -2,5% in netta flessione a causa dello stacco dell'acconto sul dividendo sugli utili 2020 (0,175 e 0,0998 euro per azione rispettivamente).

Deboli i petroliferi: il greggio oscilla sui minimi da 7-10 giorni. I future marzo segnano per il Brent 54,70 $/barile, per il WTI 52,10 $/barile. Eni -0,3%, Tenaris -0,2%, Saipem +0,2%.

Buon avvio per Moncler +1,3% a 47,94 euro: Deutsche Bank ha incrementato il target del titolo a 50 euro.

Telecom Italia -1,7% negativa in sintonia con il settore: l'indice EURO STOXX Telecommunications segna -0,5%.

Juventus FC -1,8% perde terreno all'indomani della netta sconfitta per 2 a 0 a Milano con l'Inter. I bianconeri al momento sono staccati di 7 punti dalla vetta della classifica di Serie A e occupano il quinto posto, fuori dalla zona Champions League.

Dovalue +2,2% estende il rally e tocca in avvio i massimi da inizio marzo. Giovedì scorso il gruppo attivo nei servizi di credit management e real estate per banche e investitori ha comunicato l'efficacia della fusione per incorporazione della controllata doValue Greece Holding Single Member Société Anonyme in doValue Greece.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: alle 10:00 inflazione finale Italia.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)