Piazza Affari in lieve calo ma migliore in Europa. Deboli Telecom e bancari, bene Moncler ed Eni. FTSE MIB -0,1%.

Il FTSE MIB segna -0,1%, il FTSE Italia All-Share -0,1%, il FTSE Italia Mid Cap -0,6%, il FTSE Italia STAR -0,4%.

BTP e spread poco mossi. Il rendimento del decennale segna 1,23% (chiusura precedente a 1,22%), lo spread sul Bund 165 bp (da 165) (dati MTS). Oggi secondo giorno di collocamento del BTP Futura: gli ordini si attestano per il momento a 1,2 miliardi di euro circa, per un totale di quasi 3,6 miliardi considerando anche quelli di ieri.

Mercati azionari europei negativi: EURO STOXX 50 -1,2%, FTSE 100 -1,6%, DAX -1,4%, CAC 40 -1,2%, IBEX 35 -1,3%.

Circa mezz'ora prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici americani sono in rosso: S&P 500 -0,7%, NASDAQ 100 -0,2%, Dow Jones Industrial -0,9%.

Telecom Italia -2,6% perde terreno in scia all'annuncio della partnership tra Iliad e Open Fiber. L'aggressiva compagnia telefonica francese utilizzerà infatti la rete interamente in fibra ottica FTTH (Fiber To The Home) con cui Open Fiber sta cablando il Paese (271 città). Iliad ha raggiunto i 5 milioni e mezzo di utenti nel mobile in meno di 2 anni e ora punta al fisso accelerando i tempi. Secondo Equita l'arrivo dei francesi, pur non previsto prima del 2021-2022, rappresenta una minaccia.

Bancari deboli dopo le dichiarazioni di Kerstin af Jochnick, membro del consiglio di sorveglianza della BCE, secondo cui l'Eurotower sta prendendo in considerazione di estendere la raccomandazione alle banche di sospendere la distribuzione di dividendi e gli acquisti di azioni proprie: un aggiornamento in merito verrà presto comunicato. Attualmente la raccomandazione BCE è valida fino a ottobre ma la presidente dell'European Systemic Risk Board, Christine Lagarde (presidente BCE) aveva già anticipato che le banca non dovrebbero distribuire dividendi e/o effettuare buyback per tutto il 2020. L'indice FTSE Italia Banche segna -0,4%, l'Euro Stoxx Banks -1,0%. A Milano Banco BPM -1,2%, UBI Banca -1,4%, Intesa Sanpaolo -0,5%.

Petroliferi incerti: il greggio staziona al di sotto dei massimi dal 23 giugno toccati ieri mattina. Il future settembre sul Brent segna 42,90 $/barile (da 43,70 circa), il future agosto sul WTI segna 40,40 $/barile (da 41,10 circa). Eni +0,6%, Tenaris -1,6%, Saipem -1,4%. Eni ha concluso la "valutazione delle attuali discontinuità di mercato originate dalla pandemia di Covid-19", confermando le linee strategiche al 2050 presentate a fine febbraio, ma rivedendo al ribasso le previsioni dei prezzi degli idrocarburi. Queste variazioni determinano un impatto di bilancio che in via provvisoria Eni quantifica in rettifiche dei valori d'iscrizione delle attività non correnti post tasse di 3,5 miliardi di euro +/- 20%. Secondo Banca IMI (raccomandazione buy confermata) le previsioni di Eni sono superiori al consensus del mercato.

Moncler +2,6% a 35,06 euro. Banca Akros conferma la raccomandazione buy e il target a 37,50 euro. Ieri l'annuncio del rinnovo anticipato dell'accordo con Marcolin Group di licenza in esclusiva mondiale per il design, la produzione e distribuzione di occhiali da sole, montature da vista e maschere da sci per uomo e donna a marchio Moncler Lunettes. La partnership, partita nel 2015, è stata estesa per ulteriori 5 anni, sino al 31 dicembre 2025.

Positiva DiaSorin +1,8% che sfrutta la notizia del lancio del test molecolare Simplexa Flu A/B & RSV Direct Gen II in grado di identificare i ceppi influenzali di tipo A e B ed il virus respiratorio sinciziale (RSV) e che può essere "eseguito separatamente o contemporaneamente al test Simplexa COVID-19 Direct, permettendo una diagnosi che differenzi l'infezione da SARS-CoV-2, da influenza di tipo A o B e da RSV", che hanno manifestazioni cliniche simili, ma trattamenti differenti. Il test ha marcatura CE ed è sottoposto alla Food and Drug Administration americana (FDA) per ottenere la validazione 510(k).

d'Amico International Shipping +6,6% in ottima forma dopo l'annuncio della vendita delle navi MT High Progress e della MT High Performance per un importo pari a 12,95 milioni di dollari a nave. L'accordo consente alla controllata d'Amico Tankers di generare alla consegna delle due navi (stimata tra il terzo e il quarto trimestre del 2020) circa 16,3 milioni di dollari di cassa totale, al netto delle commissioni e del rimborso del debito bancario esistente. Si tratta di due delle navi più vecchie della flotta (costruite nel 2005): l'età media delle navi di proprietà e a noleggio a scafo nudo della flotta è pari a 6,8 anni.

Gli appuntamenti macroeconomici in programma oggi: negli USA alle 16:00 indice JOLTS (nuove posizioni lavorative ricercate) e alle 22:30 scorte settimanali petrolio (API).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)