*Bancari in forte ribasso a Milano a causa dei timori degli operatori per le conseguenze *sul settore creditizio delle misure contenute nel programma di governo Lega-M5S (la flat tax, in particolare). Si segnala anche un report negativo di Goldman Sachs sul comparto. L'indice FTSE Italia Banche chiude a -3,67% contro il -2% circa dell'EURO STOXX Banks. Sotto pressione Banco BPM (-7,34%), FinecoBank (-4,31%), Mediobanca (-4,01%), Intesa Sanpaolo (-3,17%), UniCredit (-3,92%).

In controtendenza i titoli legati al dollaro: il biglietto verde tocca il massimo contro euro da novembre (EUR/USD a 1,1646). Molto bene Moncler (+3,78%), Campari (+2,04%), STMicroelectronics (+1,73%), Luxottica (+1,36%).

*Nello stesso gruppo troviamo pure Leonardo (+2,18%) *che può contare anche su indiscrezioni secondo cui il gruppo della difesa è entrato in trattative esclusive con il governo canadese per un programma di modernizzazione negli elicotteri Sar del controvalore di un miliardo di dollari.

Acquisti su Autogrill (+1,98% a 10,80 euro), anch'essa favorita dai progressi del dollaro dato che realizza oltre il 52% dei propri ricavi in Nord America (esercizio 2017). Ieri il gruppo controllato dalla famiglia Benetton ha annunciato che nei primi quattro mesi del 2018 i ricavi si sono attestati a 1.329,5 milioni di euro, in aumento del 5,3% a/a ma in calo del 2,7% a cambi correnti. Su base like for like si registra una crescita del 4,1%, per effetto principalmente di una performance molto positiva nel canale aeroportuale. Kepler Cheuvreux ha confermato la raccomandazione buy e il target a 12,80 euro.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)