Piazza Affari in progresso, focus su trattative USA-Cina. FTSE MIB +0,46%.

Mercati azionari europei positivi. Wall Street in rialzo: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,6%, NASDAQ Composite +0,6%, Dow Jones Industrial +0,5%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,46%, il FTSE Italia All-Share a +0,47%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,56%, il FTSE Italia STAR a +0,55%. Larry Kudlow, consigliere economico della Casa Bianca, ha dichiarato che i negoziati della cosiddetta fase 1 dell'accordo USA-Cina sul commercio sono vicini all'obiettivo, "ma ancora non è fatta". Il Segretario al Commercio Wilbur Ross ha dichiarato a Fox Business Network che oggi è in programma una call ad alto livello e che un accorto è altamente probabile, anche se "il diavolo si nasconde nei dettagli e ora siamo agli ultimi dettagli".

BTP in lieve calo, spread in leggero rialzo. Il rendimento del decennale segna 1,33% (chiusura precedente a 1,32%), lo spread sul Bund segna 166 bp (da 165) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che negli USA le vendite al dettaglio hanno evidenziato nel mese di ottobre una crescita dello 0,3% m/m, in miglioramento rispetto alla lettura precedente pari a -0,3% e risultando superiore alle attese fissate su una variazione positiva dello 0,2%. L'indice escluso il comparto auto è cresciuto dello 0,2% dopo la variazione negativa dello 0,1% della rilevazione precedente (consensus +0,4%). L'indice Empire State Manufacturing (che misura l'andamento dell'attività manifatturiera di New York) si attesta nel mese di novembre a 2,9 punti da 4 punti di ottobre, risultando inferiore alle attese degli analisti fissate su un indice pari a 5 punti. A ottobre la produzione industriale USA ha evidenziato una flessione dello 0,8% rispetto al mese precedente. Il dato ha deluso le aspettative (-0,4%) risultando in netto calo dalla rilevazione precedente (-0,3%, rivisto al rialzo da -0,4%). Eurostat ha comunicato che nel mese di ottobre il dato relativo all'Indice dei prezzi al consumo (CPI definitivo) è cresciuto dello 0,7% su base annuale risultando pari alle attese e alla rilevazione precedente. In lieve crescita l'inflazione mensile (+0,1%) dopo la variazione positiva dello 0,2% della lettura precedente. Gli analisti avevano stimato un incremento dello 0,2%. L'indice Core (esclusi i prezzi di energia, cibo, alcool e tabacco) è cresciuto dell'1,1% a ottobre rispetto a un anno fa e dello 0,1% rispetto al mese precedente.