Piazza Affari in rialzo, Brexit protagonista. FTSE MIB +0,7%.

Il FTSE MIB segna +0,7%, il FTSE Italia All-Share +0,7%, il FTSE Italia Mid Cap +0,8%, il FTSE Italia STAR +0,6%.

BTP e spread in miglioramento. Il rendimento del decennale segna 0,55% (chiusura precedente a 0,60%), lo spread sul Bund 109 bp (da 114) (dati MTS).

Mercati azionari europei positivi: EURO STOXX 50 +1,1%, DAX +0,9%, CAC 40 +1,1%, IBEX 35 +0,5%. Londra chiusa per festività.

Circa mezz'ora prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici americani sono in progresso: S&P 500 +0,7%, NASDAQ 100 +0,9%, Dow Jones Industrial +0,5%.

L'accordo Brexit sostiene gli acquisti sui titoli dei gruppi maggiormente esposti sul Regno Unito come Leonardo +1,2%, Pirelli +2,8%, Falck Renewables +2,4%, Technogym +3,8%.

Tra questi troviamo anche La Doria +3,7%. Il gruppo attivo nella produzione di derivati del pomodoro, legumi, succhi di frutta e sughi pronti realizza circa la metà dei propri ricavi nel Regno Unito.

Segni positivi anche nel lusso: Moncler +3,0%, Safilo +2,0%, Geox +0,9%, Salvatore Ferragamo +0,7%.

In rialzo ma sotto i livelli della mattinata i bancari: l'indice FTSE Italia Banche segna +0,7%. BPER Banca +1,4%, Intesa Sanpaolo +0,7%, Mediobanca +0,6%.

Positiva anche BP Sondrio +0,4% dopo la cessione di un portafoglio di sofferenze del valore lordo pari a 371,8 milioni di euro al veicolo di cartolarizzazione denominato POP NPLs 2020 Srl.

FCA +0,8% estende il rally e tocca i massimi dal luglio 2018. Il titolo non viene penalizzato dalla decisione sfavorevole dell'International Trade Commission statunitense: il fuoristrada Roxor dell'indiana Mahindra non ha violato i diritti di proprietà intellettuale del marchio Jeep. FCA approfitta ancora della notizia di inizio settimana scorsa: l'antitrust UE ha approvato la fusione con PSA con alcune condizioni nel settore dei veicoli commerciali leggeri e nella manutenzione-riparazione di veicoli Toyota. Queste condizioni permetteranno al gruppo derivante dalla fusione di evitare la cessione di stabilimenti.

Sale Saipem +1,8%: la Marina Militare Italiana ha acquisito il sistema di soccorso subacqueo, ideato insieme a Drass. Il sistema sarà utilizzato dalla nuova nave per operazioni subacquee e di soccorso di sommergibili denominata SDO-SuRS (Special Diving Operations – Submarine Rescue System).

Molto bene Alerion Clean Power +5,6%, seguita da Falck Renewables +2,4%. I due gruppi attivi nelle rinnovabili potrebbero essere tra i maggiori beneficiari dei 52 progetti italiani attualmente allo studio per impiegare le risorse del Recovery Fund.

In controtendenza Atlantia -0,7%. Mercoledì scorso il consorzio CDP-Blackstone-Macquarie ha annunciato che presenterà una nuova offerta non vincolante per AspI, offerta che modifica la precedente in base alle risultanze della due diligence in corso. Secondo indiscrezioni di stampa la valutazione di AspI è stata ridotta a 8-9 miliardi di euro dagli 8,5-9,5 precedenti.

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: negli USA alle 16:30 indice Dallas Fed (manifatturiero).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)